venerdì 21 gennaio 2011

Lana viola parte uno: il poncho (con spiegazioni)


Questo poncho nasce da un modello da me usato anni fa per farne un altro (che vedete qui a fianco, anche se la foto non è bellissima), recuperato non so in quale giornale e poi rivisto a modo mio.
Non mi piace usare pedissequamente gli schemi, anche perché in genere non mi riescono mai come previsto, colpa del fatto che mi rifiuto di provare i filati e mi ostino a andare un po' "a naso".

Ma è proprio un mio personale "difetto", faccio così anche in cucina, non seguo mai perfettamente una ricetta, le quantità le regolo sempre a occhio, modifico anche gli ingredienti nel corso della preparazione. Nonostante questo devo dire che a parte un paio di clamorosi (e disgustosi) errori di progettazione, è andata sempre bene e visto che cucino autonomamente da ormai ehm... più di una ventina d'anni, posso anche dire che la percentuale di successi è nettamente superiore agli insuccessi (con grande sollievo dei familiari) :-)

Ma sto divagando, torniamo al poncho. Il modello base è molto semplice e realizzabile anche dalla meno esperta. A prescindere da quel che potrebbe sembrare, non è altro che maglia rasata dritta, completata da aumenti regolari, sempre sui ferri dispari. Tutto qui.
Nel mio caso ho usato una lana sottile in doppio, ottenendo un filato lavorabile con i ferri numero 5. A seguire inserirò le spiegazioni, ma voi che siete sicuramente più diligenti di me proverete il vostro filato e farete in modo che 10 cm corrispondano a 14 m. e 18 ferri :))

Per il diritto avviare 64 m., e proseguire per 4 ferri a maglia legaccio (tutti i ferri diritto), al 5° ferro lavorare 2m. dir., 1 gettata, 29 m. a diritto, 1 gettata, 2 m. dir., 1 gettata, 29 m. dir., 1 gettata, 2 m. dir.
In pratica starete operando degli aumenti sia sulle spalle che al centro (da un lato e dall'altro delle due maglie centrali). Lavorate i ferri pari sempre a rovescio. Proseguite ad operare gli aumenti ogni 2 ferri per 15 volte sulle spalle, mentre al centro continuerete ad aumentare fino a conclusione del lavoro. Giunti all'altezza desiderata chiudete tutte le maglie.
Questo tipo di lavorazione darà automaticamente una forma romboidale al vostro poncho, con la punta centrale.
Lavorerete poi il dietro esattamente come avete già fatto per il diritto.

Cucire i due lati e rifinire il colletto. Io ho preferito ridurre l'apertura e ho usato l'uncinetto lavorando 2 giri a m. bassa, 2 giri a m. alta, e altri 3 giri a m. bassa. Naturalmente ognuno lo rifinisce come crede, eventualmente lasciandolo anche molto scollato, se piace.
A conclusione ho aggiunto la frangia lungo tutto il bordo, ma volendo si può anche rifinire a uncinetto come si vuole :- )


Spero che le spiegazioni siano chiare. Buon lavoro a chi si decide a provarci!!


9 commenti:

  1. Sei una sorpresa continua! Ma quante ne sforni?!

    RispondiElimina
  2. Il fatto è che ho sempre diversi lavori per le mani, quasi mai uno solo fino a conclusione.
    E' la mia natura, anche coi libri sono così, ne leggo tre o quattro contemporaneamente :)

    RispondiElimina
  3. Ciao! Complimenti per la creativita'...e volevo dire che mi consolo leggendo che, non sono l'unica a modificare istruzioni proprio mentre seguo le istruzioni d'uso, cosi' mi ritrovo sempre a creare o cucinare qualcosa con qualche "VARIANTE"....
    Cristina

    RispondiElimina
  4. Anche io ho questo difetto! E il risultato è sempre diverso dallo schmea, chissà poi perchè ^_^
    Babi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so, per me è una specie di tentazione irresistibile! Non è per superbia, non credo di essere migliore di chi ha scritto le spiegazioni, forse la mia è una specie di pigrizia. Dopo un po' che leggo mi annoio e faccio di testa mia. A volte sbaglio e devo scucire e mi maledico per non aver seguito le istruzioni che avevo. Ma non c'è rimedio, ci ricasco sempre! :)

      Elimina
  5. Non preoccuparti di guarire, non ci riusciresti ! E' così che il cervello lavora ,scopre e inventa.

    RispondiElimina
  6. Ti chiedo scusa ancora una domanda ! Con tutti gli aumenti bisognerà usare ferri lunghi cm 80 (introvabili finora) o i ferri circolari usati come diritti?Grazie stefania campagnuolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa il ritardo, ma il tuo commento era finito nello spam. Io ho sempre usato normalissimi ferri, con un poco di attenzione ;)

      Elimina

Grazie di essere qui!
Sarei molto felice se volessi lasciare un tuo commento. Lo scambio di idee e di opinioni è essenziale per me!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...